ACSI

CASSA MALATI

CONSUMO RESPONSABILE

L’ACSI è un’associazione attiva dal 1974, senza scopo di lucro, che ha come obiettivo principale difendere i consumatori e far valere i loro diritti ma anche educare a un consumo responsabile. È una delle quattro organizzazioni riconosciute dalla Confederazione e svolge un importante lavoro di informazione e di politica a favore di tutti i consumatori.

Bocciata la cassa malati pubblica, ACSI delusa: persa una grande occasione!

Abbiamo sperato fino all'ultimo che dopo tante lamentele si avesse il coraggio di voltare pagina: l'occasione era giusta, sarebbe cambiato solo il sistema di pagamento che sarebbe diventato più semplice e chiaro. Così non è stato, un vero peccato! Tuttavia, il comitato della Svizzera italiana “Sì alla cassa malati pubblica” ritiene che il risultato della consultazione popolare, con circa il 40% di Sì a livello svizzero e il 44,4% in Ticino sia un segnale forte dalla popolazione, all’indirizzo degli assicuratori malattia... [leggi]

Differenze enormi fra Svizzera e Germania, ridotte fra Svizzera e Italia

Nel settore dei cosmetici permango abissali differenze di prezzo fra la Svizzera e la Germania (78%), più ridotti gli scarti con la Francia (20%) e l’Austria (17%). Decisamente minore la differenza fra Svizzera e Italia che si attesta al 7%. E’ quanto risulta dal quinto rilevamento dei prezzi riguardante i cosmetici, pubblicato oggi su www.barometrodeiprezzi.ch dalle associazioni dei consumatori svizzeri. [leggi]

Ancora un aumento eccessivo!

In Ticino i premi di cassa malati per il 2015 cresceranno mediamente del 3,2%. Secondo le stime del DSS avrebbero dovuto aumentare al massimo del 2-2,2%. L’ACSI – Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana - esprime il suo disappunto per il perdurare dello scandalo dei premi superiori ai costi e, sottolineando le disfunzioni del sistema attuale (impossibilità di contenere l’aumento dei premi, scarsa trasparenza, caccia ai buoni rischi, commistione di interessi fra assicurazione di base e complementari, marketing aggressivo,…),... [leggi]

Doris Leuthard patrona del clima, è l’esortazione dell’Alleanza climatica svizzera

Ha preso il via, a New York il 21 settembre il primo vertice dell’ONU sul clima con i rappresentanti di oltre 120 paesi, tra cui la consigliera federale Doris Leuthard. A lei l’Alleanza climatica rivolge un chiaro messaggio: solo una Svizzera che entro il 2050 si approvvigionerà esclusivamente con energie rinnovabili e che si impegnerà adeguatamente anche all’estero si assumesarà uno Stato che assume le proprie responsabilità per la necessaria e impellente giustizia climatica. Concretamente il testo della petizione richiede... [leggi]

Obligo, non pagate le fatture e chiamate l’ACSI!

Adesso non è più PayPay ma Obligo. Dal 1° agosto la PayPay è stata rilevata dalla ditta d'incasso Obligo per la riscossione delle fatture emesse da Pulsira Limited, per presunti abbonamenti a servizi internet o sms. Continuano ad arrivare al servizio Infoconsumi dell’ACSI numerose richieste di aiuto da consumatori allarmati per aver ricevuto da parte di Obligo (ditta di incasso) sollecitazioni di pagamento (circa 15 solo in una mattina).  Questi consumatori affermano di non aver mai... [leggi]

CERCA NEL SITO

LA BORSA
DELLA SPESA

I MERCATINI ACSI

METE VERDI

ACSI, Via Polar 46, c.p. 165, 6932 Lugano-Breganzona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: acsi@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch